L'architettura secondo me!

Qualsiasi progetto è un delicato equilibrio tra sostenibilità ambientale, desideri, sogni e funzionalità!

Anche se piccino, ogni progetto per me deve rispettare questi requisiti!

Consumare pochissimo

Progetto solo edifici a basso consumo energetico. L'energia e l'acqua sono preziosi, per questo presto moltissima attenzione mentre i miei progetti consumano pochissime risorse. Prediligo come fonti primarie di energie gratuite, come quella proveniente dal sole, studiando attentamente l'orientamento e le dimensioni delle finestre. Un altro grosso vantaggio nel vivere in una casa che consuma quasi zero energia, sono le bollette, bassissime se non addirittura inesistenti.

Eco-sostenibile ed Eco-compatibile

L'obiettivo è progettare gli edifici che durano nel tempo, seguire i principi dell'architettura bioclimatica e ispirare il modello di casa passiva (e / o attiva), mirando all'autosufficienza, prediligendo materiali naturali e locali. Dobbiamo prendere coscienza che non abbiamo nessun diritto di distruggere ecosistemi e riversare nell'ambiente naturale sostanze altamente nocive e inquinanti. Inoltre, sono sempre alla ricerca di prodotti duraturi (e / o biodegradabili) per la pulizia della casa e per la cura della persona. Infine sto approvando e interessando allo studio e alla progettazione preliminare di sistemi di fitodepurazione.

Benessere abitativo

Il comfort nel vivere felicemente i propri spazi per me è un requisito fondamentale! Credo che una felicità istantanea e / o momentanea non abbia lo stesso peso di un appagamento nel lungo periodo, infatti è presente un ricambio d'aria corretto, di materiali naturali e atossici, e una corretta progettazione sono una garanzia di qualità e di un comfort indoor prolungato nel tempo!

Comfort termo-acustico

Una casa deve essere calda in inverno e fresca d'estate senza dover ricorrere a impianti di climatizzazione estremamente energivori (specialmente dalla fonte di energia)! Inoltre, un isolamento acustico corretto ti permette di vivere serenamente senza sentire rumori indesiderati esterni alla tua abitazione (e senza crear disturbo ai tuoi vicini)!

Resistere ai sismi

Non c'è struttura in legno che non possa resistere ai sismi! E la tradizione architettonica giapponese non è una testimonianza diretta! Per questo motivo una progettazione strutturale ben fatta e integrata nel progetto sin organizzato è fondamentale per gran lunga sì che l'edificio sia il più durevole possibile anche sotto questo aspetto!

Resistere al fuoco

Un'abitazione deve resistere al fuoco, e nel caso sfortunato di un incendio non deve produrre gas tossici o gocciolamenti pericolosi, e assicurare alle persone di scappare per tempo. È noto che il legno è un materiale combustibile, questo però non significa che le strutture di legno non possiedano una resistenza al fuoco e che siano più vulnerabili rispetto alle strutture di acciaio o di cemento armato specie se precompresso. Per sapere di più, ti lasciamo un link a un articolo molto interessante!

Durabilità

Per noi un edificio non deve essere un investimento a perdere. Ogni elemento e sistema deve essere realizzato per durare nel tempo senza (o con pochissima) manutenzione costante! Utilizzare sapientemente i materiali affinché possano durare al più lungo possibile senza dover eseguire numerose e costose opere di manutenzione per noi è di primaria importanza! Per questo è fondamentale la fase di progettazione e scegliere al meglio i materiali da impiegare in ogni singolo progetto!

Versatilità e Flessibilità

Ogni spazio deve essere progettato sulla misura delle tue esigenze! Ma un edificio sostenibile deve essere in grado di durare nel tempo e nel tempo le esigenze di chi lo andrà ad occupare potrebbero variare... Un edificio ben progettato sarà capace di adattarsi alle nuove esigenze richiedendo pochissima energia!

Tutela il tuo investimento

Prima di immettere una nuova autovettura sul mercato questa viene testata per verificare che il progetto sia conforme all'esecuzione e garantire maggior sicurezza al consumatore. Compreresti un'automobile assemblata ma mai testata prima d'ora? Probabilmente la risposta è no! E allora perché acquistare una casa a scatola chiusa? Lo sai che puoi richiedere a lavori ultimati alcuni test che, che saranno in grado di garantirti che l'investimento che hai fatto sia conforme a quanto progettato e voluto?!

Il test principale si chiama blower-door test, questo test ti permette di misurare l'ermeticità di un edificio. Questo metodo permette di scoprire dove sono “le perdite d'aria” dell'involucro edilizio e di valutare il flusso (o tasso) di ricambio dell'aria. In parole più semplici ti aiuta a capire se nella tua casa ci sono o meno spifferi, che nel tempo ti portano via calore e denaro!

L'altro test, è una verifica con la termo-camera. Con questo strumento verificherai se nella tua casa sono presenti ponti termici oppure no. Un ponte termico ti fa disperdere calore in inverno (e quindi ti fa perdere denaro), oltre che può causare problemi di condense e muffe!

Fare degli investimenti nell'edilizia richiede sempre grandi sforzi economici e finanziari, per questa ragione crediamo che sia la progettazione che l'esecuzione debbano essere fatte a regola d'arte. Tutti, dai progettisti alle imprese, ti diranno che loro alle loro spalle hanno anni e anni di esperienza, che sono adeguatamente formati e aggiornati, ma quasi sempre ciò che viene (più o meno) progettato non sarà coerente con quanto verrà (più o meno) realizzato. Per me questa è una pratica inaccettabile!

Per queste ragioni io suggerisco di RICHIEDERE SEMPRE una certificazione aggiuntiva e volontaria di qualità come CasaClima o Passivhaus. Queste certificazioni, hanno un costo extra piccolissimo rispetto al costo totale dell'investimento, ma ti garantiranno che i soldi che spenderai saranno spesi bene! Come funzionano queste certificazioni? C'è sempre un ente terzo che controlla gli elaborati progettuali redatti dal tuo professionista di fiducia e in fase di cantiere esegue delle verifiche affinché quanto progettato e validato sia realmente costruito. A fine cantiere vengono eseguite delle verifiche e dei controlli (blowerdoor test, termo-camera, ...); e se passano tutti i test e le verifiche l'Ente Terzo (indipendente dal progettista e dalle imprese) ti rilascerà la certificazione!

La maggior parte dei professionisti e delle imprese ti diranno che case con questi standard costano moltissimo e che non servono a nulla (solo perché, lavorare in modo corretto non è la loro prassi). Ti chiedo, acquisteresti mai un'automobile non collaudata? Io no, e generalmente un investimento immobiliare richiede investimenti molto più importanti! Pensaci!!

Rifiuti (quasi) zero

Il tema dei rifiuti è un argomento ancora fin troppo sottovalutato nel mondo dell'edilizia soprattutto in quella privata. Ogni edificio ha una propria vita. Costruire, manutenere e dismettere un edificio comporta impieghi di energia e produzione di rifiuti (non sempre riciclabili). Se volessimo tralasciare le enormi quantità di imballaggi (che comunque sono un problema) in un cantiere edile si usano moltissime sostanze altamente inquinanti (solventi, vernici, colle, ...), provenienti da fonti fossili (bitume, carburanti per es per portare i materiali in cantiere, ...), di difficile riciclabilità oltre che estremamente energivori per la loro produzione (lane minerali,...), e così via.

Noi crediamo che anche nell'edilizia sia possibile ridurre sensibilmente la quantità di rifiuti e di sostanze tossiche e inquinanti. La bioedilizia che predilige i materiali locali e naturali è sicuramente una prima risposta... Spesso ci concentriamo solo sul presente, ma un edificio ha una vita limitata, e in fase di progettazione è corretto tener conto anche della dismissione e del riciclo dell'intero edificio! Noi ti seguiremo affinché il tuo edificio durante tutta la sua vita produca il minor numero di rifiuti, e di emissioni tossiche (pericolose anche per te che lo abiterai!).

Costi sotto controllo

Immagina di entrare in un negozio di automobili e vai direttamente in ufficio. Racconti al venditore che vuoi acquistare un auto, gli racconti bene o male le tue esigenze e gli chiedi quanto costa. Tu non gli hai detto marca e modello e tipo di equipaggiamento, perché non sai ancora esattamente cosa vuoi. Per non spaventarti il venditore ti dice un valore volutamente basso, tu sei contento e firmate un accordo (contratto) per venderti l'auto dei tuoi sogni!

Il contratto è volutamente aperto, e mentre scegliete e componete la macchina dei tuoi sogni, passo dopo passo aggiungi ogni tipologia di accessorio (magari non necessario), così senza che tu te ne accorga il prezzo iniziale quadruplica!
Poi, un po' amareggiato (perché sei uscito dal budget stabilito) torni a casa con la tua macchina nuova, e ti accorgi che magari hai dei problemi di aderenza alla strada perché le gomme non sono adeguate alle strade che percorri di solito.

Hai già speso tanti soldi per la tua auto, ma non ti senti tranquillo e torni al concessionario. Scopri che tra le tante cose, ti sono state montate delle gomme "più lisce" perché a te piacevano esteticamente di più! Provi a controbattere ma non c'è nulla da fare... paghi di nuovo per farti mettere delle gomme più aderenti al manto stradale e torni a casa.

Immagino che tu ti stia chiedendo perché ti sto raccontando questa storia assurda e come sia stato possibile! Nel campo automobilistico tutto questo non potrebbe mai capitare per tanti motivi.
1. Parti già da un modello base,
2. Gli accessori extra vengono sempre ben individuati nel preventivo,
3. E la cosa più importante è che ogni auto deve essere collaudata e passare dei controlli accurati per la sicurezza!

Beh tutto questo in edilizia non è previsto e bisogna quindi porre più attenzione! La maggior parte delle persone che vogliono costruire un edificio, come prima cosa chiamano un paio di imprese per dei preventivi, che senza progetti vengono fatti a caso e al ribasso... I clienti si entusiasmano, iniziano ad apportare modifiche e ad avanzare richieste e senza accorgersene, come per l'auto, il prezzo lievita! Poi il cliente si lamenta, le imprese fanno tagli e la qualità (spesso già bassa in partenza) cade a picco! Così il cliente si trova a pagare tantissimo per un edificio che se fosse stato progettato correttamente sarebbe costato di meno e avrebbe avuto costi di gestione e manutenzione molto più bassi!

Ma c'è un modo per evitare tutto questo!
1. Prima di contattare un'impresa bisogna redigere un progetto esecutivo ben fatto!
2. Solo in questo modo le imprese saranno in grado di fornire dei preventivi realistici da comparare con il computo che ti avrà redatto il tuo professionista di fiducia!
3. Prima di avviare il cantiere è sempre bene definire già tutto ciò che si desidera e non apportare più altre modifiche!
4. Questo allungherà la fase iniziale di progettazione, ma ti aiuterà ad accorciare il cantiere (costo maggiore di tutto l'investimento immobiliare) e a tenere i costi sotto controllo!

Creare un computo accurato in fase di progettazione è fondamentale per rispettare il tuo budget, e solo un'accurata e seria progettazione riguarderà anche i costi!

5. Infine, richiedi sempre una certificazione di qualità! Solo così avrai la certezza che l'edificio costruito sia conforme a quanto progettato!

NOTA BENE:

I costi più alti di progettazione per edifici con certificazione CasaClima (o Passivhaus), vengono ammortizzati tutti durante il cantiere, in quanto errori e problemi organizzativi vengono tutti affrontati e risolti in fase di progetto, diminuendo così imprevisti e i tempi di cantiere infiniti. In questo modo un edificio di qualità torna a costare come uno tradizionale a fronte di una qualità completamente diversa.

Una progettazione lacunosa o disattenta e una cattiva realizzazione, ti porteranno ad avere un edificio anche due volte più energivoro del dovuto, anche se sulla carta (Certificazione energetica tipo CENED) è dichiarato ben altro!

Per la maggior parte degli edifici, l'energia per il riscaldamento non è necessaria, è sufficiente il calore del sole. Avere edifici che consumano di più, significa avere bollette più alte da pagare, e un comfort interno più basso.

 


Print   Email

Related Articles