Permacultura dei beni immobili

UN APPROCCIO CONSAPEVOLE AL MONDO E ALLA SUA COMPLESSITA '

Tutto il progetto ECO HUB, affonda le proprie radici nella disciplina che oggi viene definito permacultura. La parola permacultura deriva dalla contrazione dei termini "agricoltura" e "cultura" permanente. Secondo il suo fondatore, Bill Mollison, la permacultura è un sistema di riferimento etico-filosofico e un approccio pratico alla vita quotidiana: in sostanza la permacultura è ecologia applicata. Inoltre, può essere usato anche l'arte di tessere relazioni utili ed efficaci.

Realizzare un edificio significa innescare processi che vanno ad interessare maggiormente i cambiamenti, per questo promuoviamo una progettazione edile consapevole, sostenibile e con risorse locali.

Gli edifici in permacultura sono integrati in funzione al contesto e alla protezione circostante. La progettazione architettonica segue i principi dell'architettura bioclimatica: efficienza energetica, isolamento termico, tetto verde, energia solare massimizzata, ... fino a realizzare un modello di casa passiva, anche questa - proprio come funziona - autosufficiente.

I materiali tipici delle costruzioni in permacultura sono: legno, paglia, terra cruda, pietra ... più in generale tutti i materiali già presenti sul territorio!

La permacultura è un processo integrato di progettazione che dà come risultato un ambiente sostenibile, equilibrato ed estetico. Applicando i principi e le strategie ecologiche si può ripristinare l'equilibrio di quei sistemi che sono alla base della vita. La permacultura è la progettazione, la conservazione consapevole ed etica degli ecosistemi produttivi che hanno la diversità, la stabilità degli ecosistemi naturali. Allo stesso modo si applica una strategia economica e delle strutture sociali.

La permacultura è nata come un sistema di progettazione del territorio che integra armoniosamente l'uomo con l'ambiente ei suoi elementi.

L'obiettivo è progettare e costruire insediamenti duraturi, il più possibile simili ad ecosistemi naturali, tramite il riconoscimento d'uso e l'armonizzazione delle componenti del paesaggio, morfologia, clima, terreno, acqua, animali, animali), sviluppando rapporti di sostegno reciproco tra gli elementi di vita "non predatorio" e "non parassitario".

Il risultato è un sistema di grande valore estetico, produttivo, sostenibile nel tempo, con bassi costi di manutenzione.


Print   Email

Related Articles